Home Videogiochi 2017 Call of War: il gameplay e tutte le caratteristiche del videogioco

Call of War: il gameplay e tutte le caratteristiche del videogioco

-

La Seconda guerra mondiale è un evento che, al di là della sua brutalità e drammaticità, non manca ancora oggi di essere al centro di numerose opere che tentano di rielaborare tale conflitto. Tra film, letteratura e videogiochi, i titoli dedicati a quegli anni neri del Novecento continuano ad aumentare, raccogliendo spesso pareri entusiasti. Proprio in ambito videoludico, uno dei giochi più appassionanti e coinvolgenti usciti recentemente con quest’ambientazione è Call of War, sviluppato dall’azienda Bytro. Gioco di pura strategia, questo consente di affrontare una gran varietà di esperienze, ognuna con i propri specifici requisiti da comprendere e padroneggiare.

Particolarità e grande fascino del gioco sta infatti nell’unire le grandi battaglie di questo evento storico con la strategia che giochi da tavolo come Risiko e Axis & Allies portano avanti. Ed è proprio a partire da questi due celebri giochi che si è sviluppata l’idea di Call of War. Questo unisce dunque dinamiche consolidate di tale genere alla meraviglia grafica che la tecnologia consente di apportare. Il giocatore si trova così chiamato a ragionare molto sulle proprie mosse, poiché ogni passo falso può portare alla disfatta. Ogni mossa giusta, invece, può permettere di vincere importanti battaglie, che conducono alla vittoria della guerra.

Per tutti gli amanti dei giochi di guerra e di strategia, dunque, si tratta di un titolo particolarmente imperdibile. Grazie alle sue numerose modalità, infatti, è un gioco che non lascia spazio alla noia e alla ripetitività. Ogni partita sarà come la prima, prevedendo di volta in volta decisioni e rischi nuovi da assumersi. Prima di giocarvi, però, sarà certamente utile approfondire alcune delle principali curiosità relative a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile ritrovare ulteriori dettagli relativi al gameplay ed alla sue principali caratteristiche. Si elencheranno anche le piattaforme dove è possibile giocare a Call of War, con anche indicazioni riguardo al prezzo e i suoi requisiti.

Call of War per PC: uscita, prezzo e requisiti

Pubblicato dalla stessa Bytro, il gioco è diventato disponibile a livello mondiale a partire dal 21 ottobre 2017 per macOS e PC Microsoft Windows. Il gioco è disponibile sia sul sito ufficiale sia tramite download sulla piattaforma Steam, e in entrambi i casi sarà possibile giocarvi in modo del tutto gratuito. Si tratta infatti di un free-to-play, che non richiede costi o simili per essere utilizzato.

Per giocarvi vi sono però alcuni requisiti da dover soddisfare. Per Windows questi prevedono un sistema opeerativo Windows 10 a 64bit e un processore Intel Core i5 2.2 GHz o equivalente. Occorre inoltre disporre di 8GB di RAM e di 500MB di spazio di archiviazione. Per macOS, invece, sono richiesti un processore Intel Core Duo 1.8 GHz e un sistema operativo OS X 10.9 o versione maggiore.

Call of War gameplay

Call of War: il gameplay e le mappe del videogioco

Call of War si gioca in partite, che prevedono una mappa reale giocabile da un minimo di 2 giocatori a un massimo di 100 giocatori ciascuna. I giocatori si muovono dunque su una mappa dove i confini tra Stati sono generalmente adattati a quelli del 1938. Qui ogni territorio avrà un diverso colore in base alla sua appartenenza. I propri territori risultano bianchi, mentre quelli neutrali rispetto al giocatore risulteranno di colore grigio. I territori nemici al giocatore sranno rossi, mentre quelli alleati al giocatore risulteranno verdi-chiaro. Sulla base di ciò, il giocatore sarà chiamato ad assumere il ruolo di guida del proprio stato, stringendo alleanze, intraprendendo guerre di conquista e facendo prosperare la propria economia.

Per conquistare dei nuovi territori o per difenderli, il giocatore dovrà occuparli con delle armate di diverso tipo. I tipi di armata sono riassunti in categorie dal gioco stesso nell’albero di ricerca: tutte le armate non sono infatti già note al giocatore, ma vanno ricercate per consentirne la produzione negli edifici specializzati. Tra le armate disponibili si ritrovano le celebri fanteria, mezzi corazzati, aviazione, marina o quelle racchiuse sotto la denominazione Segreto. Ogni territorio è inoltre in grado di produrre preziose risorse, come cibo, beni vari, metallo, petrolio o altri materiali rari. A questi si aggiungono i soldi, utili per commerciare le altre risorse, e la manodopera, necessaria per l’addestramento di truppe.

Alla base dei rapporti tra le diverse nazioni vi sono alcuni criteri di Diplomazia. Questa prevede infatti 6 differenti tipologie di rapporti, ovvero Condivisione servizi segreti, Condivisione mappa, Permesso di passaggio, Pace, Tregua, Embargo sugli scambi e Guerra. In una partita di Call of War, il punteggio si dà in base alle provincie conquistate, che hanno un valore che spazia da zero punti a 25 punti per le capitali. Ogni partita ha un obiettivo prefissato di punti per decretare un vincitore. Al termine di una partita c’è un premio in oro per tutti i giocatori ancora in possesso di territori, con un bonus progressivo per i primi 10 in classifica.

Call of War: il trailer del videogioco

Fonte: callofwar.com

Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

Twitch

Twitch: come iniziare a streammare

Twitch è il servizio di live streaming più famoso del mondo e la sua crescita nell’ultimo anno e mezzo è stata incredibile. Nel 2020...
- Pubblicità -