HomeVideogiochi2020Valorant: il gameplay e tutte le altre curiosità sul videogioco

Valorant: il gameplay e tutte le altre curiosità sul videogioco

-

- Pubblicità -

L’azienda di videogiochi statunitense Riot Games è celebre per aver sviluppato il videogioco online League of Legends, e per ani questo è stato il loro unico titolo realizzato. Nel corso degli ultimi anni, però, hanno deciso di espandere i loro confini grazie a nuovi titoli di particolare interesse. Il più apprezzato tra questi è Valorant, pubblicato nel 2020. Si tratta di un videogioco di genere sparatutto in prima persona con modalità da multigiocatore. Un titolo che presenta caratteristiche simili a quelle degli altri giochi realizzati dall’azienda, eppure contenente una serie di importanti novità.

Lo sviluppo di Valorant ha avuto iniziio nel 2014 sotto la supervisione di Joe Ziegler David Nottingham. Sin da subito l’intenzione era quella di permettere anche a chi non è dotato di un computer particolarmente potente di potervi giocare. Il videogioco si è così presentato particolarmente ben gestibile per i videogiocatori, che potranno con questo evitare di incappare nei soliti problemi che titoli troppo pesanti potrebbero dare. Accolto in modo prevalentemente positivo dalla critica e dagli utenti, il gioco è stato paragonato a titoli come Team Fortress 2 e Overwatch per le caratteristiche dello sparatutto e a Counter Strike: Global Offensive per le modalità di gioco.

Si tratta dunque di un titolo particolarmente imperdibile per gli amanti del genere, che potranno ritrovare in Valorant tutte le principali caratteristiche di quei titoli che uniscono grande intrattenimento alla necessità di sviluppare una serie di capacità intellettive per risolvere alcuni enigmi. Prima di iniziare a giocare con il videogioco, però, sarà certamente utile conoscere ulteriori dettagli relativi a questo. Proseguendo qui nella lettura sarà infatti possibile avere informazioni circa la sua data d’uscita, il prezzo e i requisiti da soddisfare. Successivamente, si forniranno ulteriori elementi sul gameplay e sulle sue modalità.

Valorant è per PC: uscita, prezzzo e requisiti

- Pubblicità -

Pubblicato dalla stessa Riot Games, Valorant è stato rilasciato a livello mondiale il 2 giugno 2020 per PC Microsoft Windows. Il videogioco è usufruibile gratuitamente sul sito ufficiale dell’azienda, ma prima di utilizzarlo è bene controllare che si soddisfino i requisiti richiesti. Questi prevedono un sistema operativo pari a Windows 7 a 64bit o versioni successive, mentre per il processere è richiesto un Intel Core i5-4460 @ 3.20GHz o AMD Ryzen 3 1200. Occorre infine avere 4GB di RAM e 10GB di spazio di archiviazione.

Attualmente il videogioco è dunque disponibile unicamente per PC, ma gli sviluppatori si sono dichiarati ad esplorare anche altre strade per il futuro. Numerose sono infatti state le richieste di realizzare anche versioni del titolo per PlayStation e Xbox. Anche se al momento questo non sembra essere nei piani dell’azienda, è ipotizzabile che qualche futuro rimaneggiamento del videogioco possa essere reso disponibile anche per ulteriori console.

Valorant requisiti

Valorant: il gameplay e le sue modalità

- Pubblicità -

Valorant è uno sparatutto tattico che vede due squadre di cinque giocatori prendere il controllo di diversi personaggi, che differiscono per caratteristiche e abilità. Prima dell’inizio di ogni round, al giocatore viene fornita una quantità variabile di crediti, con cui è possibile acquistare dell’equipaggiamento costituito da armi da fuoco e abilità, che variano in base all’agente scelto. Gli oggetti comprati restano con il giocatore fino al loro consumo o alla morte del personaggio. I vari crediti si possono inoltre ottenere in base a come si gioca nei vari round.

Nella modalità classica del videogioco, l’obiettivo è piazzare un esplosivo (spike) in uno dei siti presenti sulla mappa (che possono essere A, B o C) ed assicurarne la detonazione o di impedire quest’ultima, in base al ruolo della squadra di cui si fa parte. Le partite sono divise in 12 round di difesa e attacco, con un massimo di 25 scontri per partita. La prima squadra che si aggiudica 13 round vince. Vi sono però anche altre modalità, come quelle elencate qui di seguito.

Assalto Spike

Nella modalità Assalto Spike, la prima squadra che vince 4 round vince la partita, fino ad un massimo di 7. L’equipaggiamento verrà fornito automaticamente ad ogni round, e ogni attaccante porta con sé una bomba. In giro per la mappa si trovano delle sfere di potenziamento che possono essere utilizzate per fornire alla propria squadra opportunità tattiche.

Deathmatch

- Pubblicità -

La modalità Deathmatch è stata introdotta il 5 agosto 2020. In questa modalità la partita è composta da 14 giocatori, i quali dovranno affrontarsi l’uno contro l’altro allo scopo di raggiungere per primi le 40 uccisioni. In questo caso non saranno presenti le abilità peculiari di ogni personaggio, ma ognuno avrà a disposizione una scelta tra tutte le armi disponibili nel gioco e potrà cambiare il proprio inventario in seguito a ogni morte.

Competitiva

Nella modalità Competitiva, una partita si svolge esattamente come se fosse una partita normale, con l’aggiunta di una graduatoria: una volta che il giocatore avrà giocato cinque partite di piazzamento, otterrà il proprio grado. Successivamente è stata aggiunta anche la condizione che prevede che invece di giocare un singolo round se la partita arrivava a 12-12, le due squadre nei tempi supplementari si alterneranno i turni di gioco in attacco e difesa, fino a quando una squadra rivendica la vittoria se ha un vantaggio di due partite. Ogni round straordinario dà ai giocatori la medesima quantità di denaro per l’acquisto di armi e abilità.

Valorant mappe

Valorant: le mappe del videogioco

All’interno del videogioco sarà possibile scegliere tra diverse mappe in cui giocare. Ogni ambiente presenta diverse caratteristiche, ostacoli o punti strategici tutti da scoprire. La prima nell’elenco è Icebox, un sito di scavo segreto nelle terre artiche, dove i punti spike sono protetti da neve e metallo e richiedono un approccio orizzontale. La seconda è Bind, dalle caratteristiche più esotiche, la quale presenta due punti spike e nessun centro. La terza mappa è Haven, la quale porta il giocatore alle pendici di un monastero dimenticato, dove c’è più territorio da tenere d’occhio ma i difensori possono sfruttare lo spazio extra per avanzare in modo aggressivo.

La quarta arena è denominata Split, dalle caratteristiche più urbane, dove si ha modo di muoversi su zone sopraelevate su cui muoversi rapidamente grazie a due corde di ascesa. In ogni zona è presente una torre, fondamentale per mantenere il controllo. Infine vi è Ascent, simile ad un borgo medievale e divisa da due zone da campo aperto per piccoli combattimenti di posizionamento. Ciascuna zona può essere fortificata con porte tagliafuoco che, una volta abbassate, non potranno più essere aperte. L’unico modo per superarle sarà quello di distruggerle.

Valorant: il trailer del videogioco

Fonte: Valorant

- Pubblicità -
Redazione
La redazione di Cinefilos.it è formata da un gruppo variegato di appassionati di cinema. Tra studenti, critici, giornalisti e aspiranti scrittori, il nostro gruppo cresce ogni giorno, per offrire ai lettori novità, curiosità e informazione sul mondo della settima arte.

Articoli correlati

- Pubblicità -

ALTRE STORIE

God of War: Ragnarök gameplay

God of War Ragnarok: info e anticipazioni sul gioco in uscita...

A seguito del grande successo di God of War del 2018, che ha avvicinato particolarmente i videogiocatori del titolo attraverso una pregevole trattazione della...
- Pubblicità -