Murdered Soul Suspect

Arriva uno dei giochi più attesi della stagione estiva, ovvero l’avvincente il thriller soprannaturale Murdered Soul Suspect, sviluppato da Airtight Games e pubblicato da Square Enix per Microsoft Windows, PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360 e Xbox One.

Murdered Soul Suspect è un videogioco in stile azione-avventura con meccaniche stealth e in tal senso, sono molto chiari e lampanti i riferimenti a giochi di  successo di ultima generazione come i vari  Heavy Rain, Beyond: Due anime, L.A. Noire.  Dunque, su questo impianto vi ritroverete n ei panni di Ronan O’ Connor, un detective della polizia di Salem dall’oscuro passato, brutalmente assassinato da un misterioso killer senza pietà, dovrai far luce su uno dei più efferati omicidi di sempre: il tuo. Imprigionato in una sorta di purgatorio, chiamato regno della Penombra, dovrai affinare i tuoi nuovi poteri da spettro e combinarli con le tue innate abilità investigative per svelare la scioccante connessione tra la tua morte ed una serie di terrificanti omicidi che stanno terrorizzando la tranquilla cittadina di Salem.

Su questa base il gioco si divide sostanzialmente in due modi di operare che si alternano dall’inizio alla fine dell’avventura: il primo, consiste nel raggiungimento del luogo di interesse e della scena del crimine; il secondo, invece, prevede la risoluzione dei misteri attraverso un’elementare ricostruzione degli eventi, utilizzando al meglio gli indizi scovati all’interno delle area. Uno dei punti chiave e quello di maggior forza, di Murdered Soul Suspect è una storia che cattura e vi tiene incollati fino al suo sorprendente finale. Su queste basi, dunque ci troviamo di fronte ad un titolo che ancora una volta abbraccia una certa filosofia di sviluppo, che ha come centro il suo grande sbilanciamento verso la narrazione a discapito di un gameplay accattivante.

Murdered Soul Suspect, la vera forza è la storia

Murdered Soul Suspect

Il Gameplay come già anticipato, è dunque ridimensionato rispetto alle aspettative che in genere suscitano questo tipo di giochi. In questo caso come accadeva in L.A. Noire di Rockstar, il buon Ronan deve semplicemente esplorare il luogo del crimine e scovare i visibilissimi indizi. Una volta messi insieme i pezzi del puzzle, sarà sufficiente selezionare le prove raccolte a seconda del tipo di risposta che serve, ma senza alcun elemento di sfida. La ricostruzione sarà infatti quasi automatica e sarà possibile risolvere il caso andando per tentativi e anche sbagliando più volte, fino ad arrivare alla soluzione, che certe volte può essere persino casuale. Questo accade però solo nelle situazioni meno chiare, mentre nella maggior parte delle volte le ricostruzioni sono talmente semplici che non sarà necessario andare per tentativi.

Detto ciò, la componente narrativa ed emozionale diventa il vero cuore del videogames, in aggiunta alle affascinanti e lugubre atmosfere di una SALEM incredibilmente vivi.