Recensioni Call of Duty: Modern Warfare 2 - Campaign Remastered, la nostra recensione...

Call of Duty: Modern Warfare 2 – Campaign Remastered, la nostra recensione su Xbox One

Come pianificato, ad un mese dell’uscita su PlayStation, Activision rilascia anche per Xbox One e PC la versione di Call of Duty: Modern Warfare 2 – Campaign Remastered.

Una campagna ben sviluppata e piena di azione pura

È vero, sono passati ben 11 anni dall’uscita della versione originale, ma ci sono ottime ragioni per cui l’intero mondo dei videogiocatori si ricordi come fosse ieri la campagna single player dell’originale. Intanto perché, con COD: Modern Warfare 2, Infinity Ward, era riuscita a costruire una trama piena di colpi di scena e sorprese in grado di lasciare il giocatore senza fiato. Questo, grazie anche ad un perfetto innesto narrativo che, a due anni dal precedente Modern Warfare, riprendeva la storia dell’ultranazionalismo russo trovando in Vladimir Makarov il nuovo cattivo del movimento, in grado di riuscire a far incrinare il rapporto fra USA e Russia ed innescare persino un’invasione del suolo americano.

Uno sparatutto violento, ma con una storia be scritta in cui veniamo immersi grazie ad una serie di missioni diverse tra loro, che vanno da battaglie frenetiche con presenza sullo schermo di moltissimi elementi, a missioni da affrontare come solitario cecchino. E poi, una varietà di veicoli da guidare, una scelta di armi che ci permette di affrontare la missione con diversi approcci tattici e, soprattutto, molti dialoghi che ci inchiodano alla narrazione per meglio gustarne il senso narrativo. Ma, su tutto: azione, azione, azione!

E poi, in Call of Duty: Modern Warfare 2 – Campaign Remastered c’è la missione “Niente Russo”

Violento, crudele, scorretto, sono gli aggettivi che sono stati da tutti utilizzati quando si son trovati di fronte alla missione “Niente Russo”. Nessuno l’ha dimenticata. E, anche oggi, in un contesto diverso come quello odierno, si fa fatica ad accettare questa missione come un esempio realistico di quanto possa essere cruda e violenta la guerra. Certo, dobbiamo riconoscere che, Activisione ed Infinity Ward, hanno volontariamente calcato la mano perché questo schiaffo in faccia colpisse emotivamente e dal punto di vista marketing. Comunque, con buona pace di tutti coloro che, a distanza di 11 anni, vogliono sempre e comunque che tutto sia politicamente corretto, sappiate che in questa nuova versione di Call of Duty: Modern Warfare 2 – Campaign Remastered, gli sviluppatori canadesi della Beenox danno la possibilità di saltare questo controverso livello.

Call of Duty: Modern Warfare 2 - Campaign Remastered

Una campagna che non ha perso un colpo

Come da titolo, questa versione si concentra solamente sulla campagna giocatore singolo e quindi, inutili farsi illusioni, la famosa e nota Modalità Multiplayer competitiva di Call of Duty: Modern Warfare 2, qui non è prevista. Detto questo però, la nuova versione della campagna sembra attualissima e subito ci si trova catapultati nelle atmosfere, nelle sequenze cinematografica e nella frenesia dell’episodio originale. È un abisso di azione e adrenalina che durerà per circa 6 ore (ora più, ora meno), anche se i dieci anni si sentono particolarmente nella linearità di un gameplay che appare datato rispetto ai moderni sparatutto. Questo però non pregiudica affatto il ritmo del gioco, coinvolgendoci da subito e regalandoci punte di piacere, grazie all’adrenalinico divertimento della maggior parte di missioni.

Un comparto tecnico moderno per Call of Duty: Modern Warfare 2 – Campaign Remastered

Gli sviluppatori di Beenox si allineano alla modalità scelta da Raven Software per il loro Remaster di Call of Duty Modern Warfare e, lavorando con una versione potenziata del motore grafico utilizzato per i più recenti COD, di fatto rifanno il gioco “from scratch”, senza usare nessuno delle componenti di sviluppo preesistenti. Ecco allora nuove texture, nuovi effetti di illuminazione, nuovi modelli poligonali, ma soprattutto, moltissimi interventi di post-elaborazione per migliorare la qualità delle immagini. Rispetto alla versione originale il risultato è sorprendente, sembra di muoversi in ambienti totalmente nuovi con animazioni più realistiche, che offrono un’esperienza di combattimento incredibilmente spettacolare. Se poi giocato con HDR, il gioco è veramente impressionante presentando una risoluzione nativa di 1620p su Xbox One X e 1080p su Xbox One S, con un frame-rate di 60fps su entrambe le versioni di console e con qualche calo in un paio di livelli particolarmente frenetici. A parte queste differenze, Call of Duty: Modern Warfare 2 – Campaign Remastered risulta un gioco tecnicamente solido, con un ottimo risultato qualitativo dovuto al grande lavoro fatto da Beenox.

Call of Duty: Modern Warfare 2 – Campaign Remastered attualizza tecnicamente e visivamente uno dei più spettacolari FPS del passato, grazie alla cura del lavoro svolto da Beenox. La durata limitata lo penalizza ma, un’esperienza assolutamente spettacolare e coinvolgente ed un prezzo giustamente ridotto, fanno di questo Remaster un gioco da provare, soprattutto da chi si è perso l’originale.

Grafica
8.5
Sceneggiatura
7.5
Gameplay
8.0
Controllo
7.5
Longevità
6.0

Altro dall'autore

CORRELATE