Empire of Sin

Empire of Sin è l’atteso videogioco di strategia sviluppato da Romero Games e pubblicato da Paradox Interactive.

Empire of Sin: data di uscita

L’uscita di Empire of Sin è prevista per il 1 ° dicembre 2020 per Microsoft Windows, macOS, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch . 

Empire of Sin: trama e gameplay

Nel nuovo videogioco, il giocatore assume il ruolo di uno dei numerosi boss della mafia ispirati a personaggi della vita reale a Chicago durante l’ era del proibizionismo. Il giocatore usa il proprio capo per controllare le azioni dei propri subalterni per assumere il controllo degli affari degli avversari e reclutare nuovi membri per la loro causa mentre difende il proprio impero dagli altri boss.

Empire of Sin gioca come un gioco di strategia a turni con il giocatore che assume il ruolo di un boss del crimine nell’era del proibizionismo , ricominciando nel 1920 e cercando di ottenere il controllo di Chicago entro il 1933. Come boss, possono arruolarsi fino a 16 subalterni di 60 potenziali per gestire il loro impero di attività discutibili, come speakeasies , casinò e bordelli , proteggendoli dalla legge e dalle bande mafiose rivali, mentre cercano di estendere la propria influenza assumendo altri.

Rilevare un’altra attività può comportare il combattimento diretto, durante il quale il gioco entra in un gioco di strategia a turni simile a X-Com , o può avvenire attraverso altri mezzi persuasivi, comprese alleanze a breve termine con altre bande per sconfiggere un nemico comune. Il combattimento e altre situazioni sono influenzate da vari tratti e vantaggi che i personaggi hanno e possono farli agire in modo diverso dagli ordini del giocatore.

Empire of Sin: trailer

https://youtu.be/wLtb7bLvHOU

Le curiosità sullo sviluppo

Empire of Sin è stato sviluppato dal team di moglie e marito Brenda e John Romero di Romero Games , con Brenda come lead designer. Secondo John, la storia dello sviluppo del gioco passato di Brenda, che includeva la serie di videogiochi Wizardry e giochi da tavolo basati su scenari storici, le aveva fornito grandi intuizioni sui giochi di ruolo (RPG) e sulla creazione di sistemi di gioco incentrati sulle interazioni dei personaggi. Le idee dell’era del proibizionismo dietro Empire of Sin erano qualcosa che voleva fare per 20 anni. Ciò ha portato la coppia a cercare Paradox Interactive come partner editoriale, dato che Paradox è ben noto per i giochi di simulazione storici.