FIFA 2019 recensione

Dopo circa un mese dall’uscita di PES 2019, arriva finalmente il titolo più atteso, il FIFA 2019 di Electronic Arts che quest’anno aggiunge al titolo l’attesa licenza Champions League, “rubata” proprio a KONAMI e PES. Una delle prime considerazione che saltano all’occhio giocando a FIFA 2019 è la mole di possibilità di gioco offerte dal titolo. Oramai sono lontani i tempi in cui c’erano poche possibilità di scelta. Infatti se da un lato un tempo la carriera era l’unico momento esaltante per chi gioca in solitaria, oggi siamo di fronte ad un “imbarazzante” varietà di scelta. Ma andiamo con ordine e affrontiamo uno dei punti cruciali della diversità di soluzioni che un gioco come FIFA 2019 oggi presenta. 

Il Viaggio: Campioni, il terzo capitolo dell’avventura di Alex Hunter. 

Il Viaggio: CampioniPartita nel lontano si fa per dire 2017, la modalità Il viaggio: Campioni arriva qui a FIFA 2019 al suo terzo capitolo. In questo nuovo episodio ALEX Hunter, così si chiama il personaggio da interpretare, la storia riprende lì dove l’abbiamo lasciata, con Alex Hunter in cerca di riscatto in un grande club europeo dopo l’esperienza negli USA, mentre il suo amico Danny Williams cerca di consacrarsi in Inghilterra.

In questo caso siamo di fronte ad una vera e propria modalità storia, che aggiunge un pizzico di gaming nella “staticità” di un gioco di sport come può essere quello del calcio. Infatti, Il Viaggio costituisce una delle alternative offerte da EA Sports al giocatore, che in FIFA 19 può ormai contare su una serie di possibilità in grado di placare anche la più grande sete di calcio. Durante il tuo viaggio è inoltre possibile incrocerai alcuni dei più famosi giocatori al mondo, tra cui Neymar Jr., Alex Morgan, Paulo Dybala e Kevin De Bruyne.

La narrazione del viaggio però non si limita a Alex Unter, infatti, il giocatore può controllare entrambi i protagonisti della storia. L’amico Danny Williams cerca di consacrarsi in Inghilterra e sarà un duri lavoro per chi non è ancora la passo con il titolo. Ma le sorprese non finiscono qui perché, oltre a loro due si potrà aggiungere anche Kim Hunter, giovane sorella di Alex e promessa del calcio femminile americano. Dunque cosa aspettate? vi aspetta una vita alternata tra allenamenti e partite  nei quali occorre centrare gli obiettivi dati dall’allenatore per restare titolari e migliorare le statistiche dei nostri giocatori.

FIFA 2019, si rinnova la modalità Calcio d’inizio

Il 2019 con l’introduzione della licenza UEFA, rappresenta un buon momento per aggiornare una storica modalità FIFA, il cosiddetto Calcio d’Inizio, ovvero da dove fino a FIFA 18 si poteva dare il via a una partita amichevole. A dire il vero le novità introdotte non sono dei veri e propri cambiamenti ma sono piuttosto delle aggiunte che arricchiscono le possibili combinazioni.

Infatti, con FIFA 2019 si possono impostare alcuni elementi come la scelta dell’ambientazione, compreso lo scenario di una finale di Champions League o di un’altra coppa nazionale o europea. Nelle regole invece è possibilità cambiare le modalità che stravolgono le regole; Tra le opzioni troviamo: Sopravvivenza, dove a ogni gol corrisponde un’espulsione nella squadra, Tiri da Fuori, dove le conclusioni dall’esterno dell’area di rigore valgono doppio e non ultima Niente Regole, dove non esiste fuorigioco. 

La Champions League in FIFA 2019

FIFA 2019 Uefa Champions LeagueCosa comporta l’arrivo della licenza UEFA era una delle domande più ricorrenti negli appassionati del gioco EA. Ebbene come era prevedibile una delle prime cose che si possono fare è disputare in modo secco un’edizione del torneo più prestigioso. Questa funzione però sembra anche stata introdotta per far gola ad una sessione multiplayer, dove ci si può sfidare con gli amici e vincere il trofeo. 

La parte più divertente è forse più interessante dell’ultizzo della licenza UEFA è ovviamente nella modalità offline Carriera. Vero e proprio intramontabile per gli appassionati; Al suo interno infatti sarà possibile finalmente affrontare il torneo più noto e più visto al mondo con la propria squadra di club.

Riguardo alla modalità carriere di FIFA 2019 invece c’è da sottolineare l’introduzione di un particolare che farà gola ai più avvezzi del genere. Ovvero un nuovo livello di difficoltà che si intitola Ultimate. 

FIFA Ultimate Team: le novità di FIFA 2019

Ecco finalmente a discutere della modalità online a cui tutti i player non possono fare a meno, FIFA Ultimate Team o FUT che quest’anno introduce la dinamica chiamata Division Rivals. 

Ma cosa è Division Rivals? è  la modalità con la quale viene giudicato un giocatore. Attraverso Division Rivals sarà possibile scoprire il tuo posto nella community di FUT e affrontare giocatori di livello simile provenienti da tutto il mondo. In questa nuova modalità di FUT 19 si potrà giocare contro altri giocatori nella tua divisione per ottenere premi settimanali a scelta con cui migliorare la tua rosa.

Ogni utente dopo aver disputato alcune partite per determinare la propria divisione di partenza, verrà collocato in una serie i cui partecipanti avranno le medesime abilità. Giocando e ottenendo punti si potrà risalire di settimana in settimana fino al livello più alto. Grazie a questi traguardi inoltre sarà possibile qualificarsi alla Weekend League. 

Gameplay

Riguardo al modo di giocare, spiccano le nuove funzioni introdotte con il quale è possovie controllare tutto ciò che avviene in campo in qualsiasi momento, dall’approccio tattico ai tocchi tecnici, con le nuove funzionalità di gioco di FIFA 19. Il nuovo sistema Active Touch permette un controllo migliore, mentre le Tattiche dinamiche garantiscono un’impostazione più profonda e accessibile della squadra. Inoltre gli Scontri 50/50 trasmettono una maggiore fisicità e richiedono una buona dose di abilità per conquistare il pallone e la Finalizzazione a tempo aumenta il controllo in attacco.