e3 cancellato

L’E3 2020 è stato ufficialmente cancellato e immediate sono arrivate le reazioni dei publisher coinvolti nella kermesse losangelina. La situazione mondiale è preoccupante e l’OMS è corsa ai ripari, classificando il COVID-19, il maledetto Coronavirus, da epidemia a pandemia.

A margine della nota in cui comunicava le motivazioni che hanno portato alla cancellazione dell’evento, l’ESA apre uno spiraglio verso un’edizione online ma con la clausola esplorare le opzioni con i nostri membri per coordinare un’esperienza online per mostrare annunci del settore e notizie nel giugno 2020.” In parole povere, si fa solo se i publisher aderiscono

e3 cancellato

Subito dopo il triste annuncio le più importanti firme del mondo dei videogiochi hanno cominciato a fare le loro mosse, dimostrando che avevano già ipotizzato uno scenario simile a questo. Phil Spencer, il “capoccia” di Microsoft Xbox, in un tweet ha annunciato un “evento digitale Xbox” in cui verrà mostrata, in tutto il suo splendore, la loro next-gen, rivelando interessanti dettagli su Xbox Series X e Project xCloud

Secondo Polygon, Ubisoft sta pensando di “esplorare altre opzioni per un’esperienza digitale.” Come era facile immaginare, nessun ulteriore dettaglio circa le modalità e i tempi sono chiare, ma è altrettanto limpido che il noto publisher non aderirà a una edizione online dell’E3. 

Electronic Arts sta progettando dei cambiamenti in vista dell’EA Play 2020. L’azienda americana, continuerà a seguire e monitorare gli sviluppi del legati al Coronavirus in tutto il mondo. In una situazione in continua evoluzione di giorno in giorno, è probabile che la pianificazione per EA Play 2020 subirà qualche ritocco.

e3 cancellato

Nintendo sostiene la decisione dell’ESA di cancellare l’E3 2020 per tutelare la salute e la sicurezza di tutti i partecipanti. Anche se la presenza dell’azienda giapponese non era ancora stata confermata, lei è solita, nel corso dell’evento, mandare in onda un’edizione del Nintendo Direct in diretta dalla Nintendo Treehouse.

Sony, aveva già dato forfait a gennaio. Al pari di Microsoft, si sta preparando al lancio della sua console di nuova generazione, la PlayStation 5, che riscalderà i nostri cuori a dicembre durante le festività natalizie. Anche se, al momento, ci sono solo alcuni dettagli disponibili, la PS5, nel suo complesso, resta ancora un mistero.