The Last of Us Part 2

Correva l’anno 2013 quando usciva su PS3 (e in seguito su PS4) The Last of Us, e dopo ben 7 anni di attesa, tra voci di corridoio e rumour, il sequel The Last of Us Part 2 è pronto a farci rivivere nuove emozioni. Un religioso silenzio quello che Sony e Naughty Dog hanno mantenuto in questi anni di sviluppo del gioco, in attesa del momento giusto per svelare le proprie carte. La sfortuna, però, ha giocato loro un brutto scherzo.

La diffusione del Covid-19 ha rallentato tutti i processi produttivi, compreso quelli legati ai videogiochi. A rincarare la dose, l’insider Jason Schreirer ha riportato l’ennesimo caso di crunch cui erano sottoposti i dipendenti Naughty Dog. Sebbene lo sviluppo sia stato un tantino travagliato, i video e le immagini diffuse fanno dimenticare tutto molto in fretta.

I primi trailer e video gameplay di The Last of Us part 2 ci hanno lasciato attoniti. L’ultimo State of Play è stato come il colpo di grazia.  Anche se sapevamo di cosa era capace Naughty Dog, vedere in azione il sequel di uno tra i titoli più acclamati di PS3 ci ha lasciato di stucco. Una grafica da urlo che ospita un gameplay nitido e reattivo (almeno come lo si vede in video) è un bel biglietto da visita per il nostro hype

Ritornano Ellie e Joel che, da quel poco che siamo riusciti a capire, hanno preso strade diverse nella loro vita. La storia di The Last of Us part 2 è ambientata 5 anni dopo il primo capitolo della saga e vede il loro personaggi principali cresciuti. Il mondo sembra essere lo stesso, invaso da zombie e mutazioni della peggior specie. Oltre a loro, anche i nostri simili possono diventare all’occorrenza dei validi avversari da (ab)battere.

Anche se quello che sinora è stato rivelato è piuttosto esiguo, abbiamo raccolto tutto quello che sappiamo su The Last of Us part 2. Giugno è vicino per cui rimbocchiamoci le maniche.

Una data di uscita travagliata

Dietro la scelta della data di uscita di The Last of Us part 2 ci si potrebbe scrivere un libro. Inizialmente era previsto per febbraio, poi slittato a maggio, per finire rimandato a data da destinarsi. E poi, verso la fine di aprile, l’annuncio della data di uscita di The Last of Us part 2 fissata per il 19 giugno. Ma che cosa è successo? Di tutto, nel vero senso della parola.

Andando con ordine, la colpa di tutto questo caos è da attribuire, in gran parte, alla diffusione del Covid-19. È difficile sviluppare un videogioco con il lavoro a distanza, soprattutto se si è arrivati alla fase conclusiva. Poco prima che venisse annunciato il primo rinvio, l’insider Jason Schreirer lanciò un allarme sulle condizioni di salute dei dipendenti Naughty Dog. Secondo Schreirer, alcuni dipendenti rischiarono addirittura di perdere la vita per un crollo avvenuto in orario notturno presso i loro uffici.

In occasione del secondo rinvio, quello di maggio, scoppio il caso dei leak. In sostanza vennero diffusi e spoilerati importantissimi dettagli sulla trama e sulla storia di The Last of Us part 2. Anche se in pochi ricollegarono il fatto al rinvio, le coincidenze destano più di un sospetto. Neil Druckman, il direttore esecutivo di Naughty Dog, in occasione dei quei reveal non autorizzati, rassicurò i fan sul fatto che quei leak, nonostante rivelassero dettagli importanti, erano privi di valore se non vissuti in prima persona in gioco

The Last of Us Part 2 personaggi

I personaggi: tornano Ellie e Joel e non solo

Nel primo capitolo della saga il personaggio principale era Joel e gran parte del gameplay lo si svolgeva con lui. In The Last of Us part 2, per quello che abbiamo potuto vedere dai video sinora mostrati, la protagonista sarà la 19enne Ellie. L’abbiamo vista all’opera con dei tranquilli giri a cavallo sino ad arrivare a dei brutali takedown

Neal Druckman, parlando dei personaggi di questo nuovo capitolo della saga, ha rivelato che Ellie sarà accompagnata da un compagno NPC, non specificando il suo ruolo. Sappiamo bene che vi state chiedendo che fine ha fatto il buon vecchio Joel.

Nel primo gameplay mostrato in occasione dell’E3 2018 del personaggio interpretato da Troy Baker non vi era traccia. Il dubbio circa la sua presenza venne dissolto in occasione del reveal trailer, dove il buon vecchio Joel è apparso visibilmente invecchiato. Non sappiamo, al momento, se avrà una parte ben precisa nel gioco o se sarà un personaggio giocabile (noi lo speriamo).

La storia non cambia

The Last of Us part 2 racconta le vicende di una Ellie 19enne alle prese con la sopravvivenza in un mondo post apocalittico.  Ormai il fungo Cordyceps ha proseguito il suo lavoro, infettando e mutando quante più persone possibili. Purtroppo oltre agli zombie dovremmo combattere anche contro i nostri simili, quasi come se fosse una guerra tra fazioni per il controllo del territorio.

Le ambientazioni di The Last of Us part 2 sono molteplici, con stagioni e climi diversi e variabili. Si passa dalle montagne innevate di Jackson al verde del Nord-ovest Pacifico. Naughty Dog non si è fatta mancare nulla questa volta, forte del suo motore grafico proprietario. Scenari unici, suddivisi tra interni ed esterni, dipinti con dovizia unica di dettagli. Skyline in procinto di crollare, divorati dalla natura che ormai ha preso il sopravvento sull’uomo e sulla tecnologia.

Sobborghi e quartieri di periferia dove uscirne vivo e indenni e pressochè un miracolo. Porti e banchine presi a schiaffi di raffiche di vento e pioggie torrenziali. In tutto questo l’unica vostra fortuna saranno i mezzi di trasporto. In The Last of Us part 2 Ellie, per spostarsi, potrà servirsi di un cavallo (utile per le distese pianeggianti) e, all’occorrenza, da piccole imbarcazioni a motore (efficace per attraversare le strade allagate)

The Last of Us Part 2

Il gioco, per una buona parte, si svolge a Seattle, in controtendenza rispetto al primo capitolo. Se vi ricordate, alla fine di The Last of Us, Joel ed Ellie erano diretti in Wyoming. Ellie e Joel si sono stabiliti a Jackson, dove hanno trovato una comunità dinamica e protetta rispetto alle minacce del mondo esterno. Ovviamente questo “quadretto felice” è destinato a non durare in eterno. La cittadina di Jackson e la giovane Ellie verranno travolti da un evento traumatico in grado di stravolgere gli equilibri per sempre. 

Il filo conduttore del secondo capitolo è la sete di vendetta di Ellie, una vendetta che rischia di consumarla. In questa sua pericolosa missione la aiuteranno Dina, la protagonista del famoso bacio con Ellie e Jesse, un collega di pattuglia della nostra protagonista. Questi personaggi di contesto riescono a dare una idea di cosa sia successo dopo il primo capitolo della saga e del rapporto con Joel.

Nella storia di The Last of Us Part 2 anche Tommy, il fratello di Joel, sembra avere una parte importante. Lui, infatti, mette in guardia la giovane Ellie sui suoi propositi di vendetta e sulla decisione di intraprendere un’impresa del genere da sola. Altri dettagli sulla trama di The Last of Us Part 2 sono emersi a seguito del famoso leak prima citato. Sposiamo, però, la linea di Naughty Dog. Certi dettagli, se non contestualizzati e vissuti in prima persona, sono privi di significato. 

The Last of Us Part 2 gameplayThe Last of Us Part 2, uno sguardo al gameplay

Tutto quello che sappiamo sul gameplay di The Last of Us Part 2 arriva dai video diffusi in occasione dell’E3 2018. Si, avete ragione, due anni sono tanti ma Naughty Dog e Sony amano svelare le proprie carte sempre molto lentamente. Il gameplay di The Last of Us 2 Part 2 si presenta molto simile al predecessore nel suo approccio generale ma con numerose e interessanti migliorie. 

Ora Ellie può fare “il passo del leopardo” e strisciare sotto le auto per aggirare nemici o evitare un attacco. Può, inoltre, arrampicarsi e saltare, utilizzare funi e oscillare sopra gli ostacoli ed, infine, scalare muri e pareti. Tutti questi inediti movimenti variano a seconda del contesto. I dettagli delle animazioni, infatti, cambiano a seconda dell’arma utilizzata, dell’ambiente circostante e della posizione dei nemici presenti. Quando Ellie viene ferita, il gameplay subisce un’alterazione, riducendo le capacità di mira e movimento della giovane protagonista. Per ristabilire la normalità occorre estrarre la freccia dal corpo della giovane ragazza, cancellando, quindi, l’effetto di stato. 

Questi preliminari aspetti sul gameplay del sequel, lasciano intendere una maggiore immersione del giocatore rispetto a quella del primo capitolo. Le emozioni e le sensazioni della giovane Ellie, si rifletteranno anche su di noi e sul nostro modo di giocare. Stando alle parole di Neil Druckman, Naughty Dog non solo ha rinnovato il sistema di animazione, ma lo ha fatto in modo tale che questo esprima pienamente la disperazione di Ellie. Ovviamente non sarà un classico story-driven, guidato solo ed esclusivamente dagli eventi di gioco. Questa volta la “pagnotta” ve la dovete guadagnare, utilizzando intelligenza, strategia e, quando servono, anche le manire forti. 

The Last of Us Part 2 gameplay

Anche l’intelligenza artificiale dei nemici è finita nel mirino dei miglioramenti. In The Last of Us part 2 li vedremo sempre organizzati e coordinati, secondo delle strategie offensive ben definite. La nostra sensazione è che il gameplay questa volta è più sbilanciato verso il tattico e lo stealth che sull’action puro. Affronterete, lungo il vostro viaggio, diversi nemici suddivisi in fazioni. Seattle, oramai, è una zona di guerra combattuta tra il Washington Liberation Front (WLF) e i Serafiti.

Ognuna di queste fazioni è caratterizzata da tecniche di combattimento, armi e strategie di ingaggio diverse e uniche. Ovviamente, visto che tra loro non scorre buon sangue, aizzarli gli uni contro gli altri potrebbe essere un buon diversivo. Fate, però, attenzione sempre alle vostra spalle. Clicker, stalker, runner e i new-entry shambler non sono andati in vacanza. Anzi, questi “poco amichevoli” figli del Cordyceps saranno più agguerriti che mai.

Fortunamente, nel corso del gioco, avrete la possibilita di recuperare armi ed oggetti utili al proseguo della vostra avventura. La vera grande novità di The Last of Us 2 Part 2 è, infatti, l’introduzione del sistema di crafting e personalizzazione. Ellie, in questo nuovo capitolo, potrà raccogliere materiali utili per la creazione e il potenziamento di armi e oggetti equipaggiabili. In tal senso, sparsi per il gioco troverete dei banchi di lavoro dove dar sfogo al vostro lato “fai da te”. Ci sono novità anche in ottica di grinding e crescita del personaggio in The Last of Us 2 Part 2. La giovane protagonista potrà, di fatto, migliorare le sue abilità e sviluppare il suo potenziale, influenzando gameplay e regole di ingaggio.

The Last of Us Part 2 uscita e durata

Ci sarà la modalità multigiocatore?

Purtroppo nel nuovo capitolo non ci sarà alcuna modalità multigiocatore. Contrariamente a quanto si era visto nel primo capitolo, una Factions Mode bis non sarà presente in questo sequel. L’obiettivo di Naughty Dog è quello di creare un’esperienza unica e indimenticabile da vivere e giocare in single player. Viste le problematiche a cui è andata incontro l’azienda, sposiamo questa scelta progettuale. 

Questa decisione potrebbe, però, non essere una soluzione definitiva. L’azienda ha chiarito che al lancio del sequel non ci sarà una modalità multigiocatore ma non è detto che non possa arrivare in un secondo momento. Secondo noi non si tratta di un ritornare sui propri passi, bensì un modo per capire come il gioco verrà recepito e apprezzato dalla community. 

Quanto durerà The Last of Us Part 2?

Neil Druckmann ha rivelato che The Last of Us Part 2 sarà il gioco più lungo e il più completo che Naughty Dog abbia mai realizzato. Anche se non si tratta di una stima esatta della durata del videogioco, sappiamo bene di cosa sono capaci questi ragazzi. L’edizione fisica arriverà su due dischi blu-ray. Li dentro troverete non solo un videogioco ma ben 5 anni di duro lavoro, sacrifici, passione, gioie e delusioni. Naughty Dog si gioca il tutto per tutto, mettendo sul piatto i suoi 35 anni di esperienza nello sviluppo dei videogiochi.

Volendo fare dei paragoni, sia Uncharted 4: A Thief’s End che The Last of Us avevano una durata di circa 15 ore. Basandoci su quello che abbiamo visto, The Last of Us Part II potrebbe arrivare anche a 20/30 ore. Magari siamo troppo ottimisti ma il veder suddividere il gioco in ben due dischi lascia intendere che di roba ce n’è, e anche tanta.

FONTE: Gamespot