V-Rally 4 recensione

Le nostre impressioni su V-Rally 4, un vecchio simulatore che è riapparso da un lontano passato. Ma guarda chi si rivede dopo ben tre lustri!

Essi, sono passati solo 15 anni dal “V-Rally 3”, il terzo episodio basato sulla simulazione di guida di vetture da Rally sviluppato da “Eden Games” per l’editore “Infogrames”. L’arrivo di V-Rally 4 è una sorpresa che porta subito come novità il cambio dell’editore e del team di sviluppo. Il testimone passa ai francesi di “BigBen Interactive” e agli sviluppatori della “Kylotonn Racing Games” che hanno un corposo Curriculum in ambito Racing Rally/Off-Road essendo il team di riferimento della serie WRC. Lo stesso sviluppatore per due videogiochi di Rally pone subito di fronte l’editore a scelte strategiche per non cannibalizzare il probabile identico bacino di acquirenti. Vediamo di seguito cosa è stato deciso per risolvere questo problema.

V-Rally 4 inizia con una sessione didattica ambientata nella spettacolare “Monument Valley” in cui guidiamo una VW Polo Rally che permetterà a noi di prendere confidenza con la guida e al gioco di definire il livello di guida da proporci sulla base del test da noi appena ultimato. Le impostazioni che il gioco ci suggerirà in termini di facilità di guida andranno a modificare i classici setting sul cambio e sui sistemi di frenata/guida assistita. Ma, se non saranno di nostra soddisfazione, niente paura, potremo modificarli anche manualmente. Il gioco prosegue con l’assistenza di una voce che si presenterà come il nostro Agente Nancy e che, passo-passo, con una modalità semi-tutorial ci introduce nelle dinamiche della modalità principale di V-Rally 4 e cioè, la Carriera Pilota V-Rally. Questa modalità, similarmente a tutte le modalità carriera, è strutturata con obiettivi di Gara, gestione Squadra e gestione Garage. Così, dopo aver scelto una prima vettura, nel mio caso una splendida Lancia Fulvia 1600 HF, dovremo accettare le offerte degli Sponsor e raggiungere gli obiettivi prefissati per poter cominciare a costruire una squadra fatta di meccanici e ingegneri che, a seconda della loro professionalità ci permetteranno di aumentare le prestazioni della nostra prima autovettura. La parte manageriale del gioco consisterà nel disporre di una giusta quantità di denaro per comperare le migliorie della nostra vettura o acquistare nuove auto ma, soprattutto per pagare gli stipendi settimanali dei nostri dipendenti. E allora eccoci subito tornare alla schermata del nostro mappamondo dove appariranno le disponibilità delle diverse prove da affrontare apparentemente seguendo solo la logica dettata dagli obiettivi degli sponsor e non da un calendario prefissato. Insomma, non è evidente un obiettivo chiaro sin dall’inizio ma si procede gara dopo gara solo per vincere o piazzarsi per il premio in denaro.

Dal punto di vista grafico i 22 tracciati, non solo sono estremamente variegati, ma sono molto ben ricostruiti e meritano una menzione particolare. Certo, non stiamo parlando dello stato dell’arte di ciò che si può ottenere da un motore grafico di ultima generazione, perché onestamente, pur essendo belli e spettacolari non sono dettagliati come dovrebbero, così come non utilizzano profondamente gli effetti ottici, ma soprattutto, il livello di gestione della distruttibilità di vetture e ambienti è abbastanza deludente.

Per quanto riguarda la guidabilità, sin dal primo contatto con V-Rally 4 si intuisce che la scelta di quale anima dare al gioco è stata forse facilitata dalle radici da cui proviene la serie V-Rally. Ecco quindi che la componente “arcade” ha qui il sopravvento, associata ad un controllo del mezzo non proprio semplice. Il risultato è che, a seconda del tracciato, a volte siamo costretti a passare da un setting più facile ad uno più simulativo per ottenere risultati di guida migliori. Nonostante questo e non avendo pretese, la guida è sicuramente molto divertente.

Oltre alla Modalità Carriera, non si può proprio dire che V-Rally 4 sia privo di contenuti. Troviamo infatti la Modalità Buggy in cui, grazie alla particolare tipologia di autovetture, dovremo letteralmente trovare il percorso offroad più rapido per tagliare il traguardo. Avremo poi la Modalità Cronoscalata che ci vedrà impegnati con lunghi e tortuosi percorsi in salita/discesa, sempre alla guida di automobili velocissime. È disponibile anche la Modalità Extreme-Khana che è caratterizzata da una estrema spettacolarità combinando corse acrobatiche in cui utilizzeremo le tecniche del Drifting e del Rally su tracciati completamente diversi tra loro.

Infine, non possiamo dimenticare la Modalità Multigiocatore che prevede la possibilità di giocare Online sino in 8 giocatori e un divertentissimo Split-Screen locale da condividere con un amico.

V-Rally 4 ritorna dopo molti anni e si scontra con un asticella ormai molto alta per questa tipologia di giochi, ma soprattutto con una convivenza editoriale che deve fare scelte drastiche, non potendo permettersi di avere due prodotti con lo stesso target di clienti. Ecco così che V-Rally 4 non è un gioco per puristi dei simulatori automobilisti, non è nemmeno tecnicamente perfetto ma, nonostante questo, è molto divertente e spettacolare.