godfall-tutto-quello-sappiamo

Godfall, è stato uno dei primi giochi ad essere annunciato per PS5 (con una versione anche PC). Si tratta di un looter-slasher sviluppato da Counterplay Games, caratterizzato da combattimenti frenetici immersi in uno scenario fantasy. L’ultimo trailer di gioco, rilasciato in occasione dell’evento PS5 Future of Gaming, ci ha mostrato la sua vera anima, rivelando un sano mix tra combattimento corpo a corpo e abilità.

Da quel poco che abbiamo visto, Godfall offre un sistema di combattimento soulslike, con un classico sistema di progressione entro cui scegliere armi e classi. Nel corso del gioco il nostro personaggio aumenterà le sue potenzialità fino ad assumere una forma completa, unica e inarrestabile. Anche se non è moltissimo, abbiamo raccolto tutto quello che sappiamo su Godfall, il prossimo titolo in uscita per PS5 e PC.

Data di uscita

Annunciato per la prima volta durante i The Game Awards del 2019, Godfall è sviluppato da Counterplay Games e pubblicato da Gearbox. Ancora non vi è una data di uscita certa, anche se la finestra di lancio è stata individuato nel natale 2020. Manca poco, oramai, all’arrivo del periodo indicato, con PS5 pronta a irrompere nelle case di tutto il mondo. Improbabile che arrivi anche su PS4, anche se una sorpresa potrebbe arrivare all’ultimo minuto.

Storia

In un’intervista rilasciata a Playstation Lifestyle, il direttore creativo, Keith Lee, ha parlato delle ispirazioni dietro il mondo di Godfall e di come la storia ne è stata influenzata. Il gioco si è ispirato a una serie di romanzi tra cui The Stormlight Archive e Isaac Asimov’s Foundation. Soffermandosi ulteriormente sulla storia, Lee ha rivelato una premessa alla base della comprensione del gioco “Il mondo è diviso in 5 regni: terra, acqua aria, fuoco e spirito”, spiega Lee. “Giocherai come uno degli ultimi rimasti di un Ordine di Cavalieri, intento a fermare l’apocalisse e a preservare le ultime vestigia del loro mondo”.

In una successiva intervista rilasciata da Keith Lee per la serie Big in 20 di Gamesradar, il direttore creativo si è soffermato ulteriormente sull’ambientazione del gioco: “È un’esperienza co-op looter-slasher ambientata in un mondo fantasy originale, abitato da eroici cavalieri e magia antica”. A quanto pare i set di armature giocheranno un ruolo significativo nel gioco. Conosciute come “Valorplates”, queste saranno sparse in tutto il mondo, pronte per essere migliorate nel corso del gioco. Le mod, in quest’ottica, saranno molto importanti. Attraverso queste il nostro cavaliere migliorerà le sue doti in combattimento e la maestria con incantesimi e magia.

Gameplay

Descritto come un “looter-slasher”, Godfall cerca di combinare il gameplay di giochi come Dark Souls e God of War con i sistemi di progressione e le meccaniche di looting di Anthem e The Division. Il combattimento avviene in terza persona in mischia e si potrà giocare con un massimo di altri tre eroi in co-op.

Nella suddetta intervista a Playstation Lifestyle, Keith Lee ha parlato dell’esistenza di attacchi a distanza limitati e del fatto che i giocatori avranno due armi da mischia da scambiare in battaglia. Anche le classi sono presumibilmente flessibili, il che significa che si potrà creare un personaggio versatile e migliorabile nel tempo. È stato rivelato, inoltre, che il gioco si è ispirato a Monster Hunter World, per cui aspettatevi delle gradite “contaminazioni”.

PS4 o PS5?

Visto il periodo di uscita del gioco, fissato nel quarto trimestre del 2020, ci si potrebbe aspettare che Godfall in versione cross-gen, disponibile, sia per PS4 che per PS5. Sfortunatamente, non sarà così. Godfall, infatti, sarà un’esclusiva PS5 al momento del lancio, con una versione separata per PC su Epic Games Store. La nuova politica sulle “esclusive a tempo” lascia uno spiraglio per una futura versione per Xbox Series X, anche se al momento tutto tace.

Sempre nell’intervista sopra riportata, Lee ha parlato di come l’unità SSD (solid-state drive) di PS5 permetta un caricamento “costante e continuo”. Secondo il direttore creativo di Godfall, inoltre, i trigger adattivi nei controller PS5 valorizzano molto lo stile di combattimento. Affrontare “faccia a faccia” un nemico sarà un’esperienza tattile unica.
Sicuramente, una volta che PS5 arriverà nei salotti di tutto il mondo, sentiremo di nuovo parlare di Godfall. Fino ad allora godiamoci quel poco che sappiamo. In fondo sognare (e sperare) non costano nulla.